Cosa mangiare a Cracovia
Cosa mangiare a Cracovia: non rimarrete delusi!
22 Gennaio 2020
Zanzibar cosa mangiare: i 10 piatti che dovreste provare
Zanzibar cosa mangiare: i 10 piatti che dovreste provare
29 Gennaio 2020
Show all

Un messaggio di ripresa della Nazione e di Sostenibilità: visitare tutte le 20 regioni in 20 giorni ad impatto 0!

20regioni 20 giorni

2020. Un anno che rimarrà nella memoria di tutti per la Pandemia da COVID-19. Ma il 2020 sarebbe dovuto essere  anche un anno significativo vista la scadenza della proroga del protocollo di Kyoto, il trattato internazionale in materia ambientale riguardante il surriscaldamento globale. Praticamente tutto il mondo lo ha firmato è quasi tutti gli Stati lo hanno anche ratificato. Ma quanto abbiamo fatto? Quanto è stata ridotta l’emissione di elementi inquinanti? In altre parole: riusciremo a lasciare alle prossime generazioni una terra vivibile e ricca della meravigliosa flora e fauna di cui spesso ci occupiamo con Tototravel? O i nostri figli dovranno a breve affrontare il surriscaldamento globale, vestirsi come in “Mad Max” o bruciare i libri per scaldarsi come in “The day after tomorrow“? Stiamo sconfiggendo il Virus, e sicuramente ce la faremo. Vogliamo trasmettere un messaggio positivo in questo senso e unire la nazione, senza dimenticarci del resto! E – ultima novità – dei compagni di viaggio davvero originali…

Con l’ Asociazione di Promozione Sociale Tototravel, grazie a numerose partenrship (CJR Motoreco, Civetta Movie, Gruppo Lumi, URSA Italia, CLOVER, EcoSphere) e Patrocini di alcuni Enti Pubblici, abbiamo deciso di fare il possibile per lanciare il nostro messaggio volto alla sensibilizzazione, mettendoci in gioco in prima persona con un ambizioso progetto volto anche a riunire l’Italia per ripartire insieme a viaggiare: visitare tutte le 20 regioni (isole comprese) in soli 20 giorni CON UN PICCOLO SCOOTER INTERAMENTE ELETTRICO!

2020: 20 regioni in 20 giorni viaggiando ad impatto 0… e con dei bruchi che diventeranno farfalle!

Come mi sia venuto in mente non me lo ricordo. Chi me lo fa fare sì: l’amore, l’amore per la natura e soprattutto per gli animali, i nostri “cugini” che, senza colpa, stanno subendo le conseguenze dei nostri troppi, spesso inutili, capricci. Per loro ho rischiato un paio di volte la pelle, per la fauna mi sono sempre battuto, soprattutto nel mio campo (vedi l’articolo “Turismo e Fauna”).

Il turismo genera un PIL medio al livello mondiale di circa il 10%. Se si considera che in molte nazioni è, tristemente, praticamente assente, ci si rende conto di quanto è importante il suo ruolo e quindi il peso che può avere anche per l’ambiente.

luca mercalli

Mai e poi mai potremmo rinunciare a viaggiare, né riteniamo sia giusto: viaggiare apre la mente e già solo questo, alla fine, comporta un risvolto positivo. Ma cercare di farlo ad impatto 0 è possibile, anzi necessario.  Viaggiare in Italia, per esempio è già un ottimo punto di partenza. Soprattutto quando quello che si troverebbe all’estero ce l’abbiamo già qui, anche se appare meno “cool” perché ha il nome in Italiano! E quando è necessario volare si possono azzerare le emissioni con la compensazione! E così via.

Alcuni bruchi (Pieris Brassicae e Papilio Machaon) saranno gli originalissimi compagni di viaggio, comodamente alloggiati in un cestino di paglia e muschio appositamente creato per tenerli al riparo dalle intemperie. Tutti potranno seguire passo passo il loro sviluppo, la creazione della crisalide, la metamorfosi e la nascita delle farfalle. La durata esatta di 20 giorni farà sì che le splendide farfalle nasceranno giusto in tempo per essere liberate all’arrivo. Il tutto sarà coadiuvato da un team di entomologi specializzati proprio nell’allevamento dei bruchi, garantendo una perfetta riuscita e il massimo rispetto dell’ecosistema: le meravigliose farfalle sono specie autoctone e quindi possono essere introdotte nell’ambiente senza alcuna conseguenza.

farfalle bruchi

Una curiosa metafora di come possiamo rinascere dopo il lockdown più belli e vivi di prima… e rispettando l’ambiente!

L’ obbiettivo è portare questo messaggio in tutta Italia, regione per regione, isole comprese.

In ogni tappa ci sarà l’occasione di promuovere il territorio attraverso un’area protetta, un cibo locale a km 0 e il messaggio di un personaggio noto originario della regione.

20regioni 20 giorni

Sono già molti i VIP che hanno appoggiato il progetto e vi invito a restare connessi per scoprire chi saranno e soprattutto ascoltare il loro autorevole appello.

L’impresa partirà dalla Sicilia il 12 Settembre e, se tutto andrà per il meglio, giungerà in Sardegna il 1° ottobre, dopo soli 20 giorni esatti e un giro completo del nostro “bel” Paese.

Inevitabilmente ci saranno dei passaggi che comporteranno la produzione di CO2, come ad esempio il traghetto: lo scooter elettrico, per quanto avanzatissimo tecnologicamente, ancora non cammina sull’acqua. Ma saremo pronti anche a questo: in collaborazione con gli autorevoli climatologi Luca Mercalli e Luca Lombroso (chissà perchè i climatologi bravi si chiamano così spesso Luca…), calcoleremmo l’anidride carbonica emessa e la compenseremo (carbon offset) anche con l’aiuto del Premio Nobel Riccardo Valentini, autorevole membro del IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change – il principale organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici), per annullare l’impatto negativo avuto sull’ambiente.

L’itinerario è ancora in corso di perfezionamento quindi non esitate a contattarci per suggerimenti, idee, info ma anche per chiederci di passare da voi per un caffè!

Mi raccomando, allora “Stay tuned”!

Potrebbero interessarvi anche:

May the force of travelling be with you!