Migliore destinazione europea 2019
Migliore destinazione europea 2019
13 Aprile 2019
Viaggi di lusso per single
Viaggi di lusso per single: dove l’unica cosa che conta sei tu
17 Aprile 2019
Show all

Come organizzare un bel viaggio in California da solo e magari anche gratis!

viaggio in California da solo

Vuoi visitare la California e non trovi nessuno che abbia il coraggio di vincere la routine e venire con te? Hai semplicemente  letto l’articolo “Come, perchè e dove organizzare il primo viaggio da soli” e fatto l’ottima scelta di organizzare un bel viaggio in California da solo? O, ancora, sei già una persona che viaggia per conto suo e la meta che hai pensato di raggiungere quest’anno è il famoso “Golden State” statunitense? Vuoi vivere finalmente il tuo personalissimo “California Dream” e dormire nel tuo personalissimo “Hotel California” (anche se quello della famosa canzone si trova in Messico)? Bene! Sei capitato nell’articolo giusto. Ecco una serie di indicazioni che ti saranno utili per pianificare, organizzare e soprattutto vivere al meglio il tuo viaggio in California da solo. E se vuoi una mano non esitare a contattarmi!

viaggio in California da solo

Viaggio in California da solo: l’itinerario!

Gli Stati Uniti sono un’ottima meta per chi vuole viaggiare da solo, perché sono molto organizzati nella ricettività, hanno un flusso costante di partenze e arrivi e soprattutto un ampio spettro di offerte da quelle molto economiche alle più lussuose.

Quindi andare da soli negli Stati Uniti è un’ottima scelta anche per coloro che desiderano trovare poi lì la compagnia, cosa non molto difficile, sopratutto in California.

Tutto sommato gli Stati Uniti sono un paese verso cui si potrebbe partire anche senza aver preparato un itinerario specifico, ma almeno un’occhiatina è sempre meglio darla. Anche per questo tipo di viaggio “all’avventura“, infatti, è sicuramente meglio acquisire più informazioni possibili prima della partenza. Salvo che non si abbiano tempo e fondi illimitati, partire preparati permette di non incorrere in problemi e di ottenere il massimo, anche se non avete prenotato nulla prima. Capisco che ciò potrebbe sembrare un po’ rovinarsi la sorpresa, ma così non dovrai sottrarre tempo al tuo soggiorno per reperire le informazioni che ti servono.

Quindi meglio scegliere prima le destinazioni che vuoi visitare. Per esempio, se ami le metropoli non potrai certo non visitare San Francisco e Los Angeles  (e quindi da lì Santa Monica e Venice Beach). Se invece una volta in USA avrai intenzione di passare il confine, San Diego è sicuramente la metropoli più comoda.

Poi ci sono le destinazioni di altro tipo, come Yosemite Park con le sue sequoie impressionantemente enormi, la Death Valley e il Deserto del Mojave. E così via.

Insomma una volta che avrai scelto le destinazioni da visitare, potrai iniziare a pensare a come strutturare l’itinerario.

A seconda di come le tue mete sono distribuite dovrai decidere che tipo di itinerario fare:

a meta fissa, e quindi soggiornare solo in un luogo evidentemente vicino a tutti i vostri punti di interesse;

itinerante, se vorrai raggiungere luogo dopo l’altro in successione;

road trip, se partirai da un luogo per aggiungerne un altro facendo del percorso parte integrante del viaggio;

itinerario con “fuochi, se invece deciderai di soggiornare in due o più località che raccolgono una serie di punti di interesse, e da lì visitarli.

Ognuno di questi tipi di viaggio ha i suoi pro e i suoi contro, a volte subdolamente nascosti e se ti interessa approfondire l’argomento ne troverai una dettagliata trattazione nel nostro manuale “Smart Travelling“. 

E ricorda: per un consiglio o una mano nell’organizzazione clicca qui!

viaggio in California da solo

Viaggio in California da solo: volo, soggiorno e spostamenti

Per quanto riguarda il volo, se decidi di risparmiare, sappi che la migliore compagnia aerea del mondo per voli low cost a lungo raggio (secondo l’autorevole classifica Skytrax) è la Norwegian che propone offerte davvero economiche dall’Italia agli Stati Uniti, spesso diretti (un volo diretto di andata da Roma per San Francisco, per esempio, potrebbe costarti anche soli €189!).

Per quanto riguarda gli spostamenti interni del tuo viaggio in California da solo, sappi che negli USA ci si muove molto in aereo e con i mezzi pubblici, anche se, qualora tu abbia sufficiente praticità nella guida e un po’ di voglia di metterti in gioco, il mezzo migliore è l’automobile.

Con il giusto spirito, noleggiare un’auto è sicuramente un modo per vivere un’esperienza locale, sentirsi davvero parte del paese, perché ci si muove come farebbe uno del luogo. Inoltre consente di avere la massima libertà negli spostamenti e nelle soste, permettendo di raggiungere i luoghi meno “touristy”. 

In California costa tutto molto meno (noleggio, benzina, eccetera). E se si prende l’auto già all’aeroporto, si risparmia un sacco di tempo e soldi nei trasferimenti. Bisogna però stare attenti, soprattutto nelle metropoli, che spesso sono difficili da percorrere e offrono pochi e costosissimi parcheggi. Per questo l’ideale sarebbe, soggiornare in alberghi di periferia o meglio ancora nei sobborghi delle grandi città (verificando ovviamente che si tratti di quelli più sicuri) ed utilizzare i mezzi pubblici per recarsi al centro.

È necessario  inoltre informarsi bene sulle differenti regole e abitudini locali del traffico, la segnaletica eccetera.

In generale i segnali non sono criptici come i nostri. Molti cartelli riportano letteralmente scritto il significato: “left lane must turn left” (la corsia sinistra deve girare a sinistra). Immagina invece un povero americano in Italia quando si trova davanti un triangolo giallo con un punto esclamativo!

Le regole, tuttavia, possono essere però molto diverse: si può passare con il semaforo rosso (sì avete capito bene!) se si deve girare a subito a destra e se non diversamente indicato, (ovviamente con una scritta che lo dice letteralmente).

Attenzione alle corsie riservate alle Pool Car, auto con più di una persona a bordo, e che quindi non potrai usare a meno che non hai rimorchiato una bella e formosa pattinatrice di Venice Beach.

E così via.

Va quindi sottolineato che bisogna sentirsi sereni e sicuri nel voler guidare all’estero.

Se decidi di fare quindi il Fly and Drive, ricordati che sul nostro manuale troverai anche specifici consigli su come spostarti e link (a volte anche segreti e riservati) per ottenere trattamenti e sconti particolari in viaggio e risparmiare fino al 50% sull’auto a noleggio.

Questa modalità di spostamento potrà inoltre farti risparmiare molto sugli hotel, consentendoti di soggiornare fuori dal centro o nelle città limitrofe.

Viceversa Ricordati di controllare bene i collegamenti tra Hotel o B&B scelti e i tuoi punti di interesse, perché se viaggi da solo non potrai certo dividere le spese del taxi.

In ogni caso è fondamentale controllare che le aree dove decidi di recarti e soprattutto di passare la notte siano sicure (alcune zone non sono proprio consigliabili, sopratutto di notte e per chi gira da solo, o peggio ancora, da sola). Al di là di tutte le chiacchiere che puoi sentire, e salvo qualche opinione letta sulla struttura e la zona in cui si trova, sono disponibili on-line numerose “Crime Chart” ufficiali che riportano le statistiche sui crimini delle diverse zone, a volte addirittura da palazzo a palazzo, permettendoti di valutare davvero i rischi potenziali presenti nel punto esatto in cui vuoi soggiornare.

viaggio in California da solo

Viaggio in California da solo: gratis (o quasi)?

Sei al verde? Non hai comunque scuse per rimandare il tuo viaggio in California da solo! Innanzitutto “Viaggiare Gratis” non significa per forza fare l’autostop e dormire per terra alle stazioni o sotto i ponti. Primo perché questo è illegale e secondo perché si tratterebbe di vagabondare e non proprio “viaggiare”, soprattutto adesso che non siamo più negli anni ’60.

Ecco alcuni dei numerosi espedienti che ti potranno permettere di viaggiare in maniera decisamente budget-friendly.

Spostarsi e soggiornare in camper è un altro ottimo modo di visitare la California, soprattutto nei numerosi parchi e fuori dalle metropoli. Esistono alcuni siti (come imoova.com) in cui potrai trovare una ricca lista di compagnie che ti noleggia il camper quasi gratis (spesso ad un prezzo simbolico di un dollaro), perché hanno la necessità di spostarlo da un luogo ad un altro. Dovrai solo prendere il camper dopo una determinata data per trasferirlo, con piena libertà di scelta del tragitto ed entro un tot di giorni, nella località di destinazione. Spesso ti verrà rimborsato perfino il carburante!

Se invece non ti pesa fare piccole faccende di casa anche in vacanza, come dare da mangiare al gatto o innaffiare le piante, ecco la soluzione che fa al caso tuo:  su mindmyhouse.com o housecarers.com troverai numerosi annunci di persone in California che, in cambio di semplici cure di base per la loro abitazione, ti permetteranno di avere una casa vacanza gratuita!

Analogamente, se sei disposto a scambiare la tua casa con quella di qualcuno che vive nella città californiana che hai scelto come metà del tuo viaggio, potrei utilizzare homeforswap.com.

Se poi vorrei arricchire la tua esperienza di viaggio facendo conoscenza e amicizia con i locali, ecco un ottimo modo gratuito per unire lo scambio culturale al risparmio: couchsurfing.com.

Un altro esempio per abbassare notevolmente il budget del tuo viaggio è quello di fare gli acquisti intelligenti che ti permetteranno di recuperare un po’ di soldini con il risparmio ottenuto al fatto che negli Stati Uniti alcune cose costano molto meno che in Italia, come i trucchi, i jeans, alcuni capi di abbigliamento e qualche prodotto tecnologico (leggi anche l’articolo “San Francisco: cosa comprare come souvenir, regalo, ricordo, prodotto tipico e shopping intelligente… fino a ripagarsi il viaggio! “).

Questi sono solo alcuni degli esempi delle idee dei suggerimenti che scoprirai partecipando al Workshop Tototravel

E visto che stai per partire per la California magari potrebbe interessarti anche l’articolo “Cosa vedere nella Chinatown di San Francisco“.

Mi raccomando contattaci per qualsiasi informazione o chiarimento: viaggiare è la nostra passione e amiamo condividerla con tutti i nostri lettori.