I segreti Tototravel svelati a Rai 3 da Geo e a Rai Radio 1 da “I viaggi di Radio 1”…
21 Dicembre 2018
“Non toccate le balene!” : la magica esperienza di nuotare con le balene in Australia
13 Gennaio 2019
Show all

Cosa mangiare a Vancouver?

Credo che nessuno possa negare che una delle cose più belle del viaggio sia assaggiare tutte le differenti, nuove pietanze. Il sushi in Giappone, la feijoada in Brasile, il puzzolentissimo ma delizioso durian in Thailandia. C’è sempre almeno un piatto locale che bisogna provare. Se è la tua prima volta in Canada o comunque a Vancouver e non sai quali sono i piatti tipici, eccone alcuni che dovresti sicuramente provare.
E per completare la risposta alla tua domanda “cosa mangiare a Vancouver?“, un paio di di indicazioni su dove trovare il cibo migliore nella città più importante e popolata della British Columbia, sebbene non ne sia la capitale (come spesso accade in Nord America).

1. Cosa mangiare a Vancouver come prima cosa? Il “Poutine“!

Definibile come “Comfort food“, il Poutine è un piatto diffuso in tutto il Canada ed è composto da patatine fritte guarnite abbondantemente con “curd cheese” (praticamente cagliata) e “Gravy Sauce“, una tipica salsa americana bruna, ottenuta da succo di carne addensato con farina e amido di mais. Non si può certo dire che è un piatto leggero, ma è perfetto se ci si chiede che cosa mangiare a Vancouver dopo magari una bella è lunga passeggiata in uno degli strabilianti parchi della città. Al 1885 di Commercial Drive trovate “Belgian Fries” che lo prepara in diverse varianti.

2. Cosa mangiare a Vancouver come dessert? La “Nanaimo Bar“!

Per i golosi come me  (gli “sweet tooth” come ci chiamano da quelle parti) cosa mangiare a Vancouver significa in realtà qual è il dolce più … “dolcioso” da mangiare a Vancouver! La risposta è sicuramente la Nanaimo bar, un dessert formato da 3 strati: crumble di wafer sul fondo, crema fredda al burro al centro e, naturalmente, una bella glassa spessa di cioccolato sopra. Ovviamente ci sono molte varianti: con il burro, gluten free, e perfino alla menta. Lo trovate in tutta Vancouver, ma il modo in cui potete gustarlo fino a svenire per iperglicemia e fare il cosiddetto Nanaimo Bar Trail, un percorso di bar che lo servono nella città che gli ha dato il nome, visitabile in una giornata partendo la mattina e tornando la sera a Vancouver. Un ottima occasione anche per vedere le meraviglie di Nanaimo e dell’ambiente circostante, comunque.

3. Cosa mangiare a Vancouver come “main course“? Il salmone!

In qualsiasi città del Canada trovi il famoso salmone affumicato proveniente della British Columbia, souvenir da portare a casa in scatole di cedro decorate.
Vancouver è quindi patria di un ottimo salmone affumicato ma non puoi non provare le “Candy Salmon Nuggets“, dei bocconcini di salmone caramellati nello zucchero Bruno salati e speziati. Certo un accostamento agrodolce molto particolare, ma ogni tanto vale la pena assaggiare qualcosa di completamente nuovo, anche soltanto, eventualmente, per poter dire che fa sc**fo con cognizione di causa!
Ricordatevi sempre che un’idea intelligente (come tutte quelle riportate nel nostro manuale “Smart Travelling- trucchi segreti e strategie per il viaggiatore moderno”) è quella di acquistare del cibo confezionato come souvenir. Se optate per il salmone cercate di prenderlo il giorno della partenza e di tenerlo in fresco. Né trovate di ottimo e a prezzo basso anche nei grandi supermercati come “Safeway” e “No Frills“.

4. Cosa mangiare a Vancouver come “prodotto nazionale”? Il “maple syrup” e i suoi derivati!

Sì, ho già ammesso di essere mooolto goloso, ma l’aver scelto un dolce come piatto nazionale non è dovuto a questo. Non capita spesso, infatti, che un alimento sia riportato addirittura in un simbolo nazionale.  Se ci pensate, infatti, la bandiera del Canada ha nel suo centro una foglia d’acero: ed è proprio da quest’albero si ricava il “maple syrup” lo sciroppo d’acero, appunto, di cui il Canada e ovviamente il più grande produttore mondiale.  Esistono moltissimi cibi a Vancouver, come del resto in tutta la nazione, realizzati o conditi con lo sciroppo d’acero. A Granville Island, per esempio, trovate Edible Canada, dov’è possibile gustare o acquistare tutto ciò che è fatto con lo sciroppo d’acero (cioccolato, caramelle, maple flakes, zucchero e così via) e ovviamente tutte le varietà di “maple syrup“. Anche lo sciroppo d’acero è un’ottima idea per un souvenir gustoso e genuino, che porti parenti ed amici un vero pezzo di Canada invece che un inutile magnete con scritto Vancouver ma “made in China”.

5. Cosa mangiare a Vancouver come cibo tradizionale? Il “Bannock“!

Se avesse chiesto che cosa mangiare a Vancouver a un “blogger del passato” non avrebbe potuto rispondere altro che “il bannock”, una pietanza che proviene niente popò di meno che dai popoli indigeni del Canada, detti anche Aborigeni canadesi.
Si tratta di un cibo semplice simile al pane o più precisamente ai “Biscuit” americani, che al contrario della traduzione con la parola biscotto che spesso viene erroneamente utilizzata, non sono dolci (purtroppo per me, questa volta!) ma gustosissimi panini leggermente croccanti fuori e soffici all’interno.
Sebbene sia così buono da poter essere mangiato da solo, basta fare due più due per capire che il modo più tradizionale per gustare oggi questo “panino” è con il salmone. Potete infatti chiedere il famoso “Salmon n’ Bannock“.
Puoi trovarlo facilmente nei cosiddetti “Aboriginal restaurants” distribuiti in tutta la città o, per seguire le ultime tendenze, gustarlo come street food (cibo da strada) acquistandolo direttamente nei Food Truck (camioncini di vendita diretta di cibo) come “Mr. Bannok“, specializzato nella Indigenous Cuisine, che lo prepara nelle sue numerose varianti.

Insomma potresti provare anche tutto in un unico pasto: un bel panino con salmone affumicato “Salmon n’ Bannock
con contorno di patatine “Poutine“, come dessert una “Nanaimo Bar” il tutto condito da lo sciroppo d’acero che virgola per i più coraggiosi, potrebbe essere messo anche sul panino e sulle patatine!

Stai attento a dove mangiare a Vancouver: è una città piena di trappole per turisti. Tutti i visitatori di Vancouver, ad esempio, si recano al Capilano Suspension Bridge, fanno una fila incredibile e pagano un caro biglietto per sgomitare su un ponte sospeso cercando di non far rientrare nessuna testa di giapponese nel proprio selfie. Esiste tuttavia un altro attraversamento sospeso sicuramente non così lungo, ma completamente gratuito e circondato da un parco meraviglioso chiamato Lynn Canyon Park dove poter fare delle splendide passeggiate e correre da soli avanti e indietro sul ponte, perché fuori dagli orari di punta non ci sarà nessun altro se non qualche locale a fare jogging.

Clicca qui se vuoi imparare a viaggiare “off the beaten path” e a trovare i luoghi migliori da visitare o dove mangiare a Vancouver o in qualsiasi altra destinazione come uno del luogo.