Spagna del Nord cosa vedere
Spagna del Nord cosa vedere
14 Maggio 2019
week end fuori roma
Idea per un weekend fuori Roma: una gita fuori porta a Pontinia e dintorni
17 Maggio 2019
Show all

Viaggi e Terrorismo: pericolo reale? Come evitarlo?

Viaggi e Terrorismo

Volete partire per un bel viaggio ma siete spaventati dagli atti di terrorismo di cui si parla ormai periodicamente nelle news. È giusto rinunciare a un viaggio con questo timore? Come posso capire qual è il pericolo che riguarda viaggi e terrorismo? C’è in realtà un alto divario tra il pericolo percepito e quello reale, soprattutto a causa della dei mass media che per ovvie ragioni si concentrano sulle notizie straordinarie piuttosto che su quelle più comuni. Mi auguro che siate molto curiosi e abbiate voglia di scoprire finalmente la realtà su questo argomento fino a comprendere quanto viaggi e terrorismo comportino un rischio che esiste davvero e quanto invece ciò venga solo da una percezione non reale del pericolo.

Quando conviene prenotare i voli

Viaggi e terrorismo: pericolo reale… o no?

Alcune mete, spesso anche quelle molto affascinanti, sono soggette ad un rischio di terrorismo davvero concreto. Non ci crederete mai primi posti compaiono anche India e Filippine, per esempio. Tuttavia il rischio di essere coinvolti in un atto terroristico è davvero minimo se non addirittura trascurabile nei paesi che non sono direttamente legati a rischi in tal senso.

Magari starete mangiando un bel panino ricco di idrocarburi policiclici aromatici mentre leggete questo articolo, pur sapendo in fondo in fondo che ci sono molte più probabilità che sia questo ad accompagnarvi nell’aldilà piuttosto che essere coinvolti in un incidente terroristico. Un po’ come la paura di un incidente aereo, sebbene si sa che questi ha una probabilità infinitamente più bassa rispetto a quella che si corre quotidianamente in automobile. I pericoli vengono percepiti come molto più alti a causa della sensazionalità che creano le notizie relative.

Senza tediarvi con numeri e statistiche, che tra l’altro sono in continua evoluzione in base a diversi parametri, posso assicurarvi che le probabilità di incappare in un atto terroristico in un paese come tutta l’Europa e il Nord America che non è sia particolarmente a rischio e di solito più bassa di uno su un milione. Tutti gli altri incidenti sono sensibilmemte più probabili.

In altre parole, se il Paese è particolarmente  a rischio, leggete bene il paragrafo successivo, viceversa, direi che poetet stare abbastanza tranquilli, bastano le solite regole generali del buon senso.

Infine, perdonerete la digressione, ma in ambito di viaggi e terrorismo, a me ne viene in mente un altro tipo, più diffuso, un pericolo serio, anche se può sembrare fuori tema, quello ai danni degli animali (vedi l’articolo “Viaggi e Terrorismo ai danni degli animali!“)

Viaggi e Terrorismo

Viaggi e terrorismo: precauzioni

Innanzitutto, tra le milioni di notizie che girano online più o meno attendibili, vi consiglio vivamente di consultare il sito viaggiaresicuri.it del Ministero degli Affari Esteri (una volta che fanno qualcosa di buono con i nostri soldi conviene approfittarne…), ponendo particolare attenzione a siti con nomi simili e altre finalità (per esempio “viaggisicuri” vende assicurazioni di viaggio).

Tenete presente che il sito della Farnesina è un po’ allarmista, magari apprensivo, ma è sicuramente un ottimo riferimento, serio e ufficiale, anche per quanto riguarda altri consigli generali (documentazioni, sanità eccetera). Per quanto riguarda l’argomento viaggio e terrorismo e sicuramente è molto aggiornato.

Sul sito potrete verificare se esiste un concreto rischio di terrorismo nel paese che avete scelto come destinazione, ma anche conoscere quali sono le zone più a rischio e ricevere suggerimenti sul comportamento da adottare.

La Farnesina, ha predisposto poi un altro portale, dovesiamonelmondo.it. Nel caso vi doveste recare all’estero è consigliabile registrarsi, così, in casi estremi d’incidenti terroristici (o altro) sarà più facile rintracciarvi. Inserite tutte le informazioni possibili sul vostro itinerario. Il sito è anche di estrema utilità nel caso arrivino notizie frammentate o errate (e vi garantisco che accade spesso) mentre voi siete irreperibili all’estero e i vostri amici e parenti contattino il Ministero per avere notizie. Loro sapranno tranquillizzarli spiegando che, per esempio, vi trovate in una zona lontana da quella interessata dal problema.

Vi è piaciuta questa trattazione dell’argomento viaggi e terrorismo? Se sì… bhè condividetelo con i vostri amici, altrimenti mandateci un messaggio, magari per suggerire l’argomento dei prossimi articoli!

Potrebbe interessarvi anche:

May the Force of travelling be with you!