posti instagrammabili toscana
Posti instagrammabili Toscana: luoghi tipici e altri più originali
2 Giugno 2019
posti instagrammabili italia
Posti instagrammabili Italia: i migliori di ogni regione
9 Giugno 2019
Show all

Perle nascoste di Roma

Perle nascoste di Roma – Roma. Una città la cui storia si espande per millenni. Un’infinità di viste e monumenti sparsi per il suo vasto territorio, che richiederebbe vite intere per essere esplorato. Perfino chi non è mai stato a Roma può dirvi quali sono i punti di interesse più significativi. Chi non ha mai sentito parlare del Colosseo, della Fontana di Trevi, o della Basilica di San Pietro? Tuttavia, se viaggiate per Roma e utilizzate il vostro tempo spuntando la lista delle attrazioni più famose, vi state perdendo qualcosa: le perle NASCOSTE di Roma! Questa guida, pur non disprezzando i luoghi iconici e universalmente conosciuti della “Città Eterna”, vi indicherà qualche angolo nascosto, qualcosa di diverso e meno famoso, ma altrettanto interessante. Ma attenzione: affrettatevi! Più passa il tempo, più i segreti si diffondono…

perle nascoste di roma

Perle nascoste di Roma: Antica Farmacia della Scala

Originariamente chiamata “spezieria” la storica Farmacia di Santa Maria della Scala si trova al secondo piano di un ex convento dove i Carmelitani Scalzi producevano e vendevano spezie e medicamenti nell’antichità. Nota anche come “Farmacia Dei Papi“, grazie ad un apertura speciale è adesso visitabile.  Potrete così vedere, per esempio, la “teriaca“, il medicinale panacea di tutti i mali sin da tempi dei romani. Per un più completo tuffo nel passato, poi, è possibile ancora oggi acquistare i prodotti realizzati con le antichissime ricette.

perle nascoste di roma

Perle nascoste di Roma: Casina delle Civette

La Casina delle Civette è una piccola “casa-museo“, all’interno del parco di Villa Torlonia. Ideata da Giuseppe Jappelli nel 1840, nasce come casa rustica, tanto che fu chiamata “Capanna Svizzera” fino al 1908, ma dal 1916 sono state aggiunte vetrate con raffigurazioni di civette e inserite moltissime altre decorazioni con la forma del famoso uccello notturno. Dei tanti piccoli musei che si trovano nel parco, residenza della famiglia Torlonia, ma anche di Mussolinini negli anni venti, è stato il primo ad aprire al pubblico, dopo il lungo restauro a seguito dell’occupazione delle truppe alleate nel 1944, furti, atti di vandalismo e un incendio che la distrusse a inizio anni 90. Ma il Museo Casina delle Civette è ancora lì!

 perle nascoste di roma

Perle nascoste di Roma: Porta Magica

Nota anche come Porta Alchemica o Porta dei Cieli, la Porta Magica è una delle perle più nascoste e segrete di Roma, e forse anche una delle più misteriose. Edificata tra il 1655 e il 1680 da Massimiliano Savelli Palombara, marchese di Pietraforte nella sua villa, si trova ora sul Colle Esquilino, in corrispondenza dell’attuale Piazza Vittorio. La leggenda vuole che un alchimista, Francesco Giuseppe Borri, trascorse una notte nei giardini della villa, cercando una misteriosa erba in grado di trasformare la pietra in oro. Il mattino seguente fu visto scomparire per sempre attraverso la porta, lasciando però dietro di sé delle pagliuzze d’oro e un pezzo di carta pieno di simboli ed enigmi. Il marchese non riuscì a decifrare la formula, la fece incidere sulle cinque porte della sua villa (delle quali rimane appunto solo la Porta Magica), sperando che rendendo pubblico il mistero qualcuno un giorno potesse decifrarlo.

perle nascoste di roma

Perle nascoste di Roma: Galleria Sciarra

La Galleria Sciarra è una perla nascosta in piena vista, a un paio di minuti dalla famosa (quanto affollata) Fontana di Trevi. La facciata non ha particolarità, ma una volta entrati vi troverete in un cortile che offre uno spettacolo artistico non indifferente: enormi affreschi in stile liberty dipinti da Giuseppe Cellini alla fine del diciannovesimo secolo. Il tema è uno solo: le donne, o meglio, la “Glorificazione della Donna”. Sono infatti raffigurate le virtù femminili (Pudore, Sobrieta, Forza, Umiltà e così via) in scene di vita quotidiana borghesi, sotto una copertura a volta in ferro e vetro. Oggi la Galleria è un cortile privato, ma aperto al pubblico negli orari d’ufficio.

 perle nascoste di roma

Perle nascoste di Roma: Cripta dei Cappuccini

La Cripta dei Cappuccini è una delle più indimenticabili perle nascoste di Roma, ed è una delle cripte meno frequentate, essendo tecnicamente un ossario. Probabilmente non è per chiunque, ma vale la pena di vederla almeno una volta. Gli scheletri sono allestiti come opere d’arte in varie piccole cappelle, dagli altari, ai lampadari, a scheletri completi di monaci che riposano su letti, tutto fatto di ossa umane. Chiaramente non è un posto per i bambini o per coloro che non sono a proprio agio in presenza della morte, ma il livello di dettaglio delle opere è ammirevole e visitare la Cripta è decisamente un’esperienza fuori dal comune.

PERLE NASCOSTE DI ROMA

Perle nascoste di Roma: Keats-Shelley House

Letteralmente a pochi passi dalla Scalinata di Piazza di Spagna, la Keats-Shelley House è un piccolo museo dedicato ai poeti romantici britannici. Keats ha vissuto brevemente nell’appartamento che ospita il museo prima di morire di tubercolosi, ed essere seppellito nel Cimitero Acattolico di Roma (altro luogo non troppo frequentato), a Testaccio.  La libreria del museo è bellissima, come anche le viste della Piazza e della famosa Scalinata, ma il museo contiene anche una collezione di quadri, sculture, manoscritti, oggetti e prime edizioni delle opere di Keats, Shelley e Byron.

Anche in una città nota come Roma, molte altre sono le perle nascoste, “off the beaten path” di nome e di fatto, e vi segnaliamo l’articolo “Dove scattare foto belle a Roma” per scoprire qualche altra destinazione poco conosciuta ma più che degna di essere visitata. E per le vostre foto non dimenticatevi di scoprire ” I trucchi per fare foto migliori in viaggio… e non solo!“.

May the Force of traveling be with you!