passeggiare con gli elefanti-min
Una riserva in cui è possibile l’incontro ravvicinato con gli Elefanti Africani – in maniera etica e professionale.
21 Maggio 2020
fuerteventura cosa fare
Fuerteventura cosa fare
25 Maggio 2020
Show all

La Gomera Canarie

la gomera canarie

La Gomera fa parte dell’arcipelago spagnolo delle Canarie ed è, tra le isole principali, la seconda più piccola,misura infatti soltanto 20 km da nord a sud. È contraddistinta da spigolose montagne vulcaniche solcate da sentieri escursionistici. In alta quota, nella nebbia del Parco nazionale di Garajonay, crescono dense foreste di felci e alberi ricoperti di muschio. Il canyon della Valle Gran Rey, verso la costa, conduce oltre la scogliera dove è situato il bianco paesino di La Calera, fino ad arrivare alle spiagge atlantiche di sabbia nera. Soprannominata “Isla Magica”, è sorprendente quante meraviglie naturali e quante varietà di paesaggi trovino spazio in questo piccolo territorio. E’ chiamata anche “isola colombina”, essendo l’ultima isola toccata da Cristoforo Colombo prima della sua spedizione alla scoperta dell’America nel 1492. I contrasti dominano La Gomera ed è normale passare da immense valli ricoperte di palme a precipizi di roccia e scogliere a picco sul mare, da lussureggianti foreste preistoriche a spiaggette di sabbia vulcanica che si fanno spazio tra le insenature della roccia. Vero gioiello naturale, nel 2011 La Gomera è stata dichiarata Riserva della Biosfera grazie alla ricchezza dei suoi ecosistemi marini e terrestri, e il Parco Nazionale di Garajonay, con il suo rarissimo bosco di laurisilve, è Patrimonio dell’UNESCO dal 1986.

la gomera canarie

La Gomera Canarie quando andare e come arrivare.

La Gomera è raggiungibile in aereo o in traghetto, che parte da Tenerife, precisamente da Los Cristianos, e raggiunge San Sebastian de La Gomera in soli 30 minuti. Ci sono anche dei voli interni da Tenerife Nord a La Gomera, ma le tariffe non sono molto convenienti e i voli non sono frequenti. Conviene quindi prendere un aereo per Tenerife, meglio se per l’aeroporto Sud, e poi da lì raggiungere Los Cristianos e prendere il traghetto per La Gomera. Per spostarsi all’interno dell’isola è infine consigliato noleggiare un auto, in quanto il trasporto pubblico non è molto sviluppato.

La Gomera, come tutte le Isole Canarie, gode di un clima temperato tutto l’anno, con le temperature minime di 18° e le massime di 30° in estate. Proprio i mesi estivi sono quelli più indicati per visitare l’isola, in quanto le precipitazioni sono quasi assenti tra Giugno e Agosto e ciò rende più agevoli le varie escursioni a piedi. Ma per godersi La Gomera al meglio e in completa tranquillità, anche i mesi di maggio e di settembre sono ottimi: clima mite, pochissimi turisti e la sensazione di avere l’isola a completa disposizione.

la gomera canrie

La Gomera Canarie cosa vedere.

Preparatevi a percorrere canyon profondi che si gettano in mare all’improvviso; a passeggiare per vallate solitarie interamente ricoperte di palme ed a prendere il sole su spiagge nere come la pece bagnate da mare blu cobalto. Una curiosità dell’isola che a noi ha incuriosito molto: l’utilizzo del famoso fischio Gomero, è il linguaggio nativo dell’isola dichiarato Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO. Ancora oggi si possono vedere persone comunicare tra loro con il linguaggio dei fischi! Per il resto la Gomera non vi lascerà affatto delusi dal punto di vista naturalistico; è un’isola vulcanica e l’ultima attività registrata sul territorio risale a due milioni di anni fa; non ci sono più vulcani attivi sull’isola, ma molte sono le tracce lasciate dalle antiche eruzioni: non è difficile imbattersi in strane formazioni rocciose di origine vulcanica, così come la sabbia nera delle spiagge è un’altra chiara testimonianza del passato de La Gomera. Los Organos stesso è stato originato dal lento raffreddamento di una colata di lava fuoriuscita da un antico cratere.

Il nostro suggerimento è di iniziare da Valle Gran Rey è la zona più turistica de La Gomera. La Calera è un lungomare che costeggia una spiaggia sottile di ciottoli scuri con attività commerciali e servizi di ogni tipo. Proseguendo oltre il lungomare si raggiunge Playa del Ingles, una spiaggia selvaggia protetta da una rupe.  Vueltas è il porto naturale di La Gomera dove le barche dei pescatori sono ormeggiate al riparo di una rupe scura e impervia. Poco più in là c’è Charco del Conde, una piscina naturale magica che si forma con le maree. Di notte, da non perdere gli spettacolari tramonti al suono dei tamburi, seduti a uno dei ristoranti o negli accoglienti bar.

Altra attrattiva che vi lascerà senza parole è il villaggio di pescatori Playa Santiago si trova nel soleggiato sud di La Gomera. In questa zona i turisti più indipendenti potranno godersi la tranquilla atmosfera della città. Il centro di questo insediamento è la vivace Plaza del Carmen, luogo d’incontro preferito dai locali. Da qui inizia una piccola passeggiata che si estendo oltre il porto, dove i bar e i ristoranti offrono una bella vista mare mentre degustate le specialità della cucina canaria. A est, le case dell’idilliaca area de La Laguna si trovano sulle colline, circondate dalle piantagioni di banane. Qui si trovano appartamenti tranquilli e il vecchio insediamento Tecina, che si estende sopra la città, lungo il crinale di montagna.Playa Santiago e Playa del Medio sono le spiagge che completano il paesaggio e l’offerta turistica di questa zona de La Gomera.

Se volete godervi un po la vita canaria quello che dovete visitare sarà la capitale dell’isola: San Sebastian. Nella zona orientale dell’isola, dove la roccia vulcanica della Gomera forma una specie di zattera che galleggia sull’Oceano, li troverete San Sebastian de la Gomera. Le case basse e colorate nel tipico stile canario si raggruppano nel centro storico, dove è difficile non incontrare ogni 100 passi una traccia del passaggio di Cristoforo Colombo: c’è il museo Casa Colombo, ci sono locali intitolati a Colombo. L’eremo di San Sebastian è dedicato al patrono della città. Approfittate delle tante terrazze di bar e locali affacciati sul mare per godervi una birra o qualche biscotto tipico de La Gomera. 

Proseguendo sulla scia delle cittadine non perdetevi Agulo è un paesino coloratissimo e affacciato sull’Atlantico e sul Teide, il vulcano di Tenerife. Le terrazze coltivate orlano il centro storico che è un fitto intreccio di case basse rimesse a nuovo e stradine di pietra. Si trova a circa mezz’ora di auto da San Sebastian de La Gomera e merita veramente una visita.

Parliamo adesso delle magnifiche attrattive naturali che offre La Gomera, iniziando appunto con il suo parco naturale per eccellenza: Il Parco Nazionale Garajonay che occupa il 40% del territorio de La Gomera. Un cuscinetto d’acqua nel sottosuolo del parco crea un microclima unico dove la foresta preistorica di Laurisilva, una vera e propria reliquia dell’antichità, è sopravvissuta al tempo e ai cambiamenti climatici. Nel bosco aleggia eternamente, su muschi e felci, una fitta nebbiolina che lo rende un posto incantato. Il parco è percorso da numerosi sentieri di facile, media o difficile percorrenza, per addentrarsi negli angoli più remoti ed impervi dell’isola. 

Altra attrattiva naturale per eccellenza è Los Organos. Il Monumento Naturale de Los Organos è uno dei posti più incredibili delle Canarie. Enormi colonne di basalto scendono a picco nell’Oceano. Los Organos è largo 200 metri e alto circa 80. Si è formato circa 2000 anni fa in seguito all’ultima eruzione vulcanica de La Gomera ed il magma solidificato e scavato dall’acqua e dal vento ha formato questo enorme monumento che sembra un organo dei giganti suonato dal mare. Si raggiunge solo via mare. Le escursioni verso il Monumento Naturale di Los Organos partono dal Puerto de Vueltas (Valle Gran Rey) o dal porto di Playa de Santiago, vicino San Sebastian de La Gomera. Informatevi in anticipo perché se ne organizzano solo poche a settimana.

la gomera canarie

La Gomera Canarie e le sue spiagge.

Molte sono le belle spiagge dell’isola che invitano a nuotare direttamente nell’Atlantico. Gli amanti della natura rimarranno stupiti dalle baie isolate e dalle tranquille spiagge disseminate sull’aspra costa de La Gomera. La maggior parte delle baie e spiagge ha sabbia nera, in quanto l’origine è vulcanica, e l’acqua è pulitissima. Alcune spiagge possono essere raggiunte solo a piedi, ma l’escursione vale sicuramente la pena. La Gomera ha 90 km di scogliere, spiagge e calette.  Le spiagge della costa settentrionale sono più battute dal vento e dalle correnti forti.

Le spiagge della zona meridionale dell’isola sono più riparate e più adatte a nuotare. Vicino a San Sebastian de la Gomera ci sono alcune delle spiagge vergini più belle dell’isola, alle quali non è per niente facile arrivare: Cabrito, La Guancha e La Roja. Molto belle anche le spiagge di Tapahuga e Chinguarime a sud, La Cueva, Abalos a sudovest, El Aguila e Zamora a est.  Consigliandovene alcune potremmo suggerirvi:

  • Playa de Suarez: Lunga oltre 200 metri e larga circa 30, isolata ma allo stesso tempo facilmente accessibile. 
  • Le spiagge di Valle Gran Rey: La valle ad ovest presenta alcune delle spiagge più belle dell’isola, come la Playa de Ingles, la lunga Playa de Valle Gran Rey o il Charco del Conde, una baia protetta dalle scogliere.
  • Playa de el Cabrito : El Cabrito ha bagni e docce, ma raggiungerla non è facilissimo perché si trova sul fondo di un burrone e il sentiero non è sempre agevole. 
  • Playa de Santiago: Playa de Santiago, spiaggia di ghiaia grossa sul lungomare ha un molo che si allunga nell’acqua. Da qui i nuotatori possono tuffarsi direttamente nell’oceano. Una piccola area della spiaggia è stata riempita di sabbia. Tuttavia, l’accesso di balneazione più distante, a sud, percorribile solo tramiti piccoli sentieri, è molto più attraente.
  • Playa de Zamora: Non è facile da raggiungere. Qui il mare è spesso mosso e pericoloso, considerate anche con attenzione le maree prima di visitarla. 
  • Playa de Alojera: La piccola area di Playa de Alojera si trova in un’insenatura con una spiaggia di sabbia fine e nera. Una stretta e tortuosa strada si snoda fino al mare. Le aree che erano abitate dai pescatori sono state trasformate in piccoli insediamenti negli ultimi anni. Direttamente accanto alle case, le falesie torreggiano sulla splendida spiaggia. Due piccoli ristoranti offrono specialità locali e pesce fresco.
  • Playa de Vallhermoso: Se si lascia la città e si dirige verso il mare, dopo circa 3 chilometri si raggiunge la Playa de Vallehermoso. La spiaggia di ghiaia è circondata da scogliere e nuotare qui è consigliato solo a nuotatori esperti.Per questo motivo è stato costruito un complesso artificiale che ricrea l’ambiente di una piscina per permettere a tutti di poter fare il bagno in sicurezza. Spogliatoi, docce e uno snack bar circondano questa piscina di acqua di mare con una splendida vista.

la gomera canarie

La Gomera Canarie e le attività da fare.

La Gomera offre una vastissima gamma di attività durante tutto l’anno: l’isola mantiene infatti le condizioni perfette per chi vuole rimanere fisicamente attivo, come per chi vuole semplicemente godersi una rilassante gita in barca.In particolare, La Gomera è famosa per le sue opportunità escursionistiche, uniche al mondo per sentieri e paesaggi. Altre attività popolari su questa isola comprendono tour per osservare le balene, gite in barca, ciclismo, immersioni e golf. Chi desidera trascorrere del tempo attivamente a La Gomera può scegliere tra piacevoli escursioni e tour più impegnativi. È facile creare il proprio mix, magari in combinazione con una rilassante giornata in spiaggia o in mare o in qualche resort che offre pacchetti wellness.

Vi sono numerosi sentieri a La Gomera, primi fra tutti quelli del Parco Nazionale Garajonay con la sua foresta preistorica. Facendo escursioni e lunghe passeggiate si avrà la possibilità di esplorare e approfondire ogni aspetto dell’isola. Splendidi luoghi possono essere raggiunti percorrendo vecchie mulattiere o attraversando colline ripide o piacevoli sentieri in mezzo alla foresta, per un totale di 600 chilometri di percorsi tracciati, di cui molti accessibili anche alle mountain bike. Imperdibili i mirador, i vari belvedere che si trovano in ogni zona dell’isola e offrono un panorama pazzesco sull’Oceano Atlantico.

Moltissimi sono i tour in barca che vengono organizzati quotidianamente alla scoperta della costa dell’isola e delle sue numerose insenature. Tra i giri in barca più richiesti quello che naviga davanti al muro di basalto di Los Organos, nella zona nord di La Gomera, e quello che fa il giro completo dell’isola. La Gomera è veramente un paradiso naturale e non è raro avvistare delfini e balene a largo delle sue coste selvagge. Molti sono i tour specializzati nell’osservazione di questi splendidi animali marini nel loro habitat naturale.

Ultimo ma non ultimo attività di immersione. Lo scenario affascinante che La Gomera offre agli appassionati di immersioni comprende particolari formazioni rocciose, scogliere e fondali sabbiosi, oltre ad una fauna vivace e diversificata.E’ possibile prendere lezioni di sub oppure semplicemente noleggiare l’attrezzatura e partire in autonomia alla scoperta di fondali e pesci.

Insomma, sicuramente come ogni commento finale ai nostri articoli possiamo dire che alla Gomera non vi annoierete, sia che vogliate passare la vacanza in relax sia che preferiate attività più dinamiche; Buon divertimento!

Infine un consiglio IMPORTANTE che vale in caso necessitiate di ricaricare urgentemente il vostro Smartphone, Tablet o qualsiasi Device dotato di presa USB, potete utilizzare il Solarcharger PowerBank dotato di cella fotovoltaica  che lo renderà sempre pronto all’uso.

Se volete lo potete trovare in OFFERTA SPECIALE CLICCANDO QUI

SOLARCHARGER

IMPORTANTE se siete appassionati di fotografia e video ci sentiamo di consigliarvi un articolo che ormai permette di portare a casa scatti e video incredibili, lasciando un ricordo ancora più magico del nostro viaggio. Si tratta del Drone Amatoriale che da oggi potete trovarlo in OFFERTA CLICCANDO QUI 

drone amatoriale

KIA ORA!

Potrebbero anche interessarvi:

 

 

Ciao siamo Flavio e Roberta, grazie per averci letto qui su Tototravel.it e non dimenticate di seguirci su Instagram e per qualsiasi richiesta non esitate a contattarci!