grand canyon tour
Grand canyon tour e modi migliori di visitarlo
22 Febbraio 2020
Lubiana quando andare foto copertina
Lubiana quando andare
24 Febbraio 2020
Show all

Gite fuori porta: Tivoli

gite fuori porta tivoli foto copertina

Gite fuori porta: Tivoli – Tivoli è da qualche anno la città in cui vivo, un luogo che un po’ già conoscevo ma che in questi ultimi mesi ho potuto vedere in maniera più approfondita. La città di Tivoli, l’antica Tibur, si trova a 30 chilometri a est di Roma, sulle colline Sabine, splendidamente adagiata su una dorsale calcarea sopra il burrone scolpito dal fiume Aniene. Durante l’impero romano era una delle località preferite dai nobili e dallo stesso imperatore Augusto, che cercava l’aria più fresca delle colline come una via di fuga dal caldo estivo di Roma. Sebbene Tivoli sia conosciuta principalmente dai turisti per le sue due attrazioni di livello mondiale, la Villa di Adriano e i giardini di Villa d’Este, la città stessa ha altri ricordi della lunga storia di Tivoli, tra cui rovine di acquedotti romani, un castello medievale e diverse chiese interessanti. La vicinanza ad una metropoli come Roma la rende ideale per una gita fuori porta nel weekend soprattutto nel periodo primaverile.

Gite fuori porta: Tivoli – Villa D’Este

Spesso citato come esempio definitivo di giardini all’italiana, la vasta tenuta di Villa d’Este è stata il modello per i giardini di tutta Europa. Questo non è solo un giardino, ma un’intera serie, evidenziata da statue, fontane elaborate,  giochi d’acqua,  piscine,  cascate, grotte e terrazze con viste spettacolari sulla campagna romana. Dal momento in cui è arrivato come governatore di Tivoli, il cardinale Ippolito d’Este, un membro della più importante famiglia rinascimentale di  Ferrara, si mise all’opera pianificando i motivi per circondare la villa del governatore.

La disposizione era inusuale per il suo tempo, un lungo vicolo centrale che si intersecava con percorsi verso le principali fontane, ognuna contrapposta al paesaggio circostante per sembrare il suo giardino. Tra i punti salienti del giardino ci sono l’elaborata Fontana dell’Organo, con il suo organo ad acqua; la Fontana del Cento, una lunga fila di fontane in un muro di pietra; Fontana dell’Ovato, con la sua passerella fresca dietro una cascata; Fontana del Nettuno; e la Gran Loggia, dove il cardinale e i suoi ospiti cenavano con vista sui giardini. Villa D’Este è per me sicuramente la principale priorità da vedere se ci si reca a Tivoli un luogo magico sia per  l’interesse storico che paesaggistico.

gite fuori porta tivoli foto 2

Gite fuori porta: Tivoli – Villa Adriana

Villa Adriana è una frazione del comune di Tivoli, posta a valle dell’abitato è famosa in tutto il mondo per la villa imperiale fatta costruire dall’Imperatore Adriano. Il magnifico complesso di edifici e giardini, costruito nel II secolo d.C. si estende su una superficie di 120 ettari. Adriano ha cercato di riprodurre qui a grandezza naturale alcuni dei luoghi e dei grandi edifici che aveva visto nei suoi viaggi, in particolare quelli della Grecia e dell’Egitto. Nell’iscrizione come Patrimonio dell’Umanità, l’UNESCO lo ha descritto combinando “i migliori elementi del patrimonio architettonico di Egitto, Grecia e Roma nella forma di una” città ideale “. Oggi, la maggior parte di questo museo a cielo aperto della più raffinata architettura del secondo secolo si trova in rovina, ma in una cornice così scenografica e verde che sembra più un giardino romantico che un sito archeologico.

Alcuni edifici sono stati riparati o ricostruiti, ma per apprezzare l’aspetto del complesso,consiglio di  iniziare vedendo il modello vicino all’ingresso, quindi poi esplora i motivi e i resti del palazzo imperiale. Troverai mosaici, bagni, un ninfeo, fontane, colonnati, statue e il teatro marittimo, una piscina con un’isola in cui Adriano fuggiva dalle pressioni del governo.

gite fuori porta tivoli foto 3

Gite fuori porta: Tivoli – Villa Gregoriana

A est di Piazza Rivarola, Ponte Gregoriana attraversa la gola del fiume Aniene e oltre il ponte si trova l’ingresso principale del parco di Villa Gregoriana, commissionato da Papa Gregorio XVI nel 1835. Le acque di questo fiume sono dirottate attraverso il Traforo Gregoriano, un lungo doppio tunnel attraverso il  lato ovest del Monte Catillo costruito tra il 1826-1835 per prevenire le frequenti alluvioni devastanti. L’acqua che emerge dal tunnel forma magnifiche cascate con una caduta totale di 160 metri. Alla fine dei tunnel c’è la Grande Cascata di 108 metri, che puoi vedere meglio dalle terrazze superiore e centrale. Nel parco si trovano anche la Grotta delle Sirene e, alla fine di una galleria, la Grotta di Nettuno, dove un tempo scorreva il canale principale dell’Aniene. Dall’ingresso alla galleria, un sentiero sale a zigzag fino all’uscita vicino ai due templi.

gite fuori porta tivoli foto 4

Gite fuori porta: Tivoli – Tempio di Vesta 

A est della cattedrale e non lontano da Piazza Rivarola, i templi di Vesta e Sybil si trovano nell’antica acropoli di Tibur Superbum di Tivoli, che domina Villa Gregoriana. Il tempio rotondo di Vesta, con 10 delle sue 18 colonne corinzie originali ancora in piedi fu costruito nel II o I secolo a.C. Il vicino tempio rettangolare della stessa epoca è chiamato Tempio di Sybil, anche se non si sa con certezza a chi dei due fosse dedicato. Il tempio rotondo deve oggi le sue condizioni relativamente buone alla sua cristianizzazione nel Medioevo come chiesa di Santa Maria della Rotonda, ma ogni segno di tali alterazioni è scomparso da tempo. È inoltre possibile raggiungere i templi da un sentiero da Villa Gregoriana. Il “Tempio di Vesta” era il soggetto preferito dagli artisti del XIX secolo nel “Grand Tour” e ancora oggi viene ammirato dai turisti con grande meraviglia.

gite fuori porta tivoli foto

Gite fuori porta: Tivoli – Rocca Pia

Sebbene l’iscrizione latina sopra l’ingresso di questo formidabile castello affermi che fu costruita da Papa Pio II per proteggere le brave persone di Tivoli dai loro nemici, le intenzioni  però del pontefice erano più per ricordare ai cittadini spesso ribelli dell’autorità papale presente in città. La fortezza risultante, con le sue quattro torri rotonde e le spesse mura è certamente imponente. Entra attraverso un ponte levatoio per le viste dai suoi bastioni. Non lontano dalla Rocca Pia, in Via Aldo Moro vicino a Piazza Garibaldi, si trovano i resti dell’Anfiteatro di Bleso, risalenti al II secolo d.C. Gran parte dell’anfiteatro, che ospitava 2000 spettatori, fu distrutto durante la costruzione della Rocca Pia.

Oltre alle attrazioni turistiche da visitare Tivoli è anche molto apprezzata per la sua rinomata cucina locale, per le terme Albule e per il meraviglioso panorama sulla pianura romana, che ogni tanto vado a godermi.

Il mondo è un libro e chi non viaggia ne conosce solo una pagina” Cit. Sant’Agostino

Per ulteriori informazione non esitate a CONTATTARMI!

Potrebbero interessarvi anche: