accarezzare Tigri in Italia (6)-min
È possibile accarezzare le Tigri in Italia?
24 Settembre 2019
Come scegliere un albergo1-min
Come scegliere un albergo, un B&B o un’altra sistemazione
3 Ottobre 2019
Show all

Depressione post viaggio – tristezza in vacanza: ecco la soluzione per curarle

Depressione post viaggio – tristezza in vacanza (2)-min

Depressione post viaggio – tristezza in vacanza. Gli anglosassoni la chiamano “Post vacation blues” o “Travel Hangover”. Si tratta della tristezza o nostalgia che si prova al ritorno da una “vacanza”… anche se noi di Tototravel preferiamo chiamarli “viaggi di piacere“. Anche con tutte le precauzioni del mondo questa malattia è inevitabile. Anzi, più avrete seguito i miei consigli più il viaggio sarà stato bello, più gravi saranno i sintomi. Questo stato psicologico può sfociare in una patologia vera e propria (anche grave) e portare alla depressione. Per fortuna, la forma più diffusa è molto più leggera, seppur decisamente tangibile. Ecco una serie di piccoli accorgimenti volti a curare o almeno  attenuare la vostra depressione post viaggio o tristezza in vacanza.:

9. Depressione post viaggio – tristezza in vacanza: ecco la soluzione per curarle

Depressione post viaggio – tristezza in vacanza: come prevenirla già dagli ultimi giorni di vacanza

  1. Cercate di organizzare il viaggio in modo da non tornare al lavoro il giorno dopo il ritorno dal viaggio e soprattutto di non di lunedì (con un carico di lavoro maggiore e tutta una settimana davanti).
  2. Fate esercizio mentre siete in vacanza, pochissimo ma tutti i giorni, soprattutto prima del rientro e subito dopo (le endorfine aiutano a combattere gli stati depressivi).
  3. A seconda del tipo di attività che svolgete, valutate l’ipotesi di contattare un paio di giorni prima del vostro ritorno un collega fidato e simpatico con cui avete confidenza, per evitare lo stress del rientro improvviso e la paura della situazione che potreste trovare.
  4. Evitate alcolici e caffeina nei giorni prima del ritorno e in quelli appena dopo, soprattutto prima di andare a dormire.
  5. Eseguite la preparazione al cambiamento di fuso orario anche per il ritorno, per quanto possibile (leggete a tal proposito l’articolo:”  Come prepararsi al jet lag e affrontare il jet lag” )

Depressione post viaggio – tristezza in vacanza (2)-min

Depressione post viaggio – tristezza in vacanza: come curarla una volta rientrati 

  1. Disfate le valigie il prima possibile e lavate subito gli abiti che lo richiedono.
  2. Recatevi al più presto a fare la spesa e prevedete un periodo di alimentazione controllata, non solo per disintossicarvi dal cibo trangugiato in vacanza, ma anche perché un’alimentazione corretta favorisce il benessere psicofisico. Vi toccheranno frutta, verdura, legumi, e cibi integrali che sanno di sughero.
  3. Ricominciate quindi anche a riprendere il ciclo quotidiano appena rientrati.
  4. Incominciate a guardare alla vostra vacanza appena passata come una delle tante, un’esperienza che si ripeterà periodicamente nella vostra vita.
  5. Concentratevi sul fatto che siete molto fortunati perché la maggior parte delle persone nel mondo non può permettersi neanche quella.
  6. Inserite qualcosina della vostra vacanza nella vostra vita quotidiana: un infuso che avete conosciuto all’estero, un’abitudine, un atteggiamento, una canzone. Oltre a mantenere vivo il senso di eccitazione e scoperta che avete avuto durante la vacanza, questo elemento vi porterà a una crescita personale ed espanderà il vostro senso d’identità e cultura.
  7. Probabilmente sentirete il bisogno di fare dei cambiamenti nella vostra vita per sentirvi più felici. Non pensate di dover operare delle modifiche sostanziali, ma utilizzate gli spunti che avete trovato nel viaggio per considerare quali piccole cose vi piacerebbe cambiare, e parlatene con parenti e amici.
  8. Indossate qualcosa che ricordi la vacanza o decorate il vostro ufficio o il vostro desktop con una foto del viaggio. Avrete un’immagine che vi riporta a situazioni felici che ammorbidirà lo stress dovuto al ritorno.
  9. Cominciate a pianificare la vostra prossima meta: tutto sommato più tempo ci dedicherete e meglio riuscirete a farlo (oltre che a risparmiare prenotando in anticipo). Vedrete che questi pensieri felici vi aiuteranno a superare il post vacation blues.
  10. Appena tornati organizzate le vostre foto. Aspettare troppo potrebbe farvi correre il rischio di dimenticare i ricchi dettagli del vostro viaggio. Organizzate qualche brevissimo montaggio per mostrare fieramente la vostra esperienza ad amici e parenti e riviverla con loro.
  11. Infine, e parlo sul serio: se i sintomi dovessero persistere o aggravarsi, o comunque non scomparire nell’arco di poche settimane, contattate uno specialista.

Ah, a proposito: un ultimo preziosissimo consiglio: leggete il nostro manuale “Smart Travelling – trucchi segreti estrategie per il viaggiatore moderno“, vi troverete molti altri preziosi consigli ! Potete scaricare la versione Lite gratuita cliccando qui.

Potrebbero interessarvi anche: 

Vi è piaciuto quest’articolo? Se sì… bhè condividetelo con i vostri amici! Se no… mandateci un messaggio, magari per suggerire l’argomento dei prossimi articoli!

May the Force of travelling be with you!