9. Depressione post viaggio – tristezza in vacanza: ecco la soluzione per curarle
Come organizzare un viaggio in un giorno!
12 Febbraio 2019
puglia tour
Puglia tour: una terra perfetta …da girare in bicicletta!
13 Febbraio 2019
Show all

Cosa non mangiare a Bali, cosa non bere e come evitare la diarrea del viaggiatore

Quando si viaggia è bello provare cose nuove. Attività, emozioni e spesso anche cibi lontani da quelli presenti nella propria routine. Si parla spesso di cosa bisogna assolutamente provare: il sushi in Giappone, la feijoada in Brasile, il puzzolentissimo ma delizioso durian in Thailandia. C’è sempre almeno un piatto locale che bisogna assaggiare. Ma attenzione però c’è anche qualcosa che quando si è lontani da casa bisogna assolutamente evitare per non venire in contatto con virus, germi e batteri che potrebbero rovinare il vostro soggiorno e anche avere conseguenze ben più gravi del passare gran parte della vostra vacanza con il mal di pancia o seduti sul water… o tutte e due le cose insieme! Molti conoscono la “diarrea del viaggiatore“, ma forse non tutti sanno cosa non mangiare a Bali, questa splendida isola indonesiana che ha ispirato numerosi poeti e scrittori ma purtroppo anche stremato con i suoi virus intestinali tanti viaggiatori. Gli anglosassoni hanno addirittura creato un nome specifico per questa patologia: Bali Belly (pancia di bali)!

Cosa non mangiare a Bali

Cosa non mangiare a Bali per evitare il Bali Belly (o diarrea del viaggiatore)

Per fortuna la patologia sta diventando sempre meno comune ma, come del resto in ogni altro viaggio lontano da casa, il consiglio è comunque quello di utilizzare norme d’igiene ancora più severe di quelle a cui siete abituati a casa.
Ad esempio evitate di ingerire cibi non cotti o che possano contenere o essere venuti in contatto con acqua non potabile. Anche  verdure e insalata possono essere un rischio in questo senso. Attenzione al ghiaccio nelle bibite per strada o nei caratteristici “warungs“(piccoli ristorantini a conduzione familiare): spesso è fatto con acqua di rubinetto e quindi potenzialmente a rischio.
Stesso discorso vale per i venditori di frutta per strada. Sì lo so che sembra così fresca, attraente e deliziosa! Ma purtroppo le condizioni igieniche spesso non sono quelle che ci si aspetta. I coltelli utilizzati, per esempio, potrebbero non essere puliti.

Cosa non mangiare a Bali

Cosa non mangiare a Bali o, meglio, cosa non bere!

Non bevete assolutamente l’acqua corrente e se potete evitate o limitatene nel contatto con occhi naso e bocca. Meglio se usate l’acqua in bottiglia anche per lavarvi i denti, per esempio.
Se cercate un drink alcolico tipico di Bali il più tradizionale è sicuramente l’Arak. Tranquilli potete berlo, anzi forse dovreste proprio se volete trovare qualcosa di davvero particolare. Ma attenzione: accertatevi assolutamente della provenienza. Alcuni venditori senza scrupoli vi mescolano il metanolo perché più economico. Lo stesso può anche crearsi a causa di errori nel processo di distillazione. E purtroppo qui non si rischia solo di passare terribili momenti doloranti a liberarsi del peso superfluo del ventre. Si rischia proprio di rimanerci secchi! Bevetelo solo in luoghi con una reputazione garantita e controllate sempre la provenienza. Se lo acquistate fatelo solo nei negozi di alimentari più sicuri… perfino all’aeroporto se avete dubbi, anche se non è certo la scelta più economica.

Cosa non mangiare a Bali per motivi anche etici

Carne di cane: oltre che contro alcune religioni, la vendita di questa pietanza cela un traffico illegale in cui queste povere bestiole vengono rubate, percosse, torturate avvelenate e uccise in modo crudele. Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro.

Cosa non mangiare a Bali se non con particolare attenzione

Andare a mangiare pesce a Jimbaran è una tipica attrazione turistica di Bali. Non è sconsigliato cenare sulla spiaggia ma fatelo con molta attenzione. Inoltre come tutte le cose troppo turistiche (gli anglosassoni direbbero “touristy“) può nascondere delle trappole (“tourist trap“, appunto), e quindi il rischio di pagare un conto molto salato per del cibo tutto sommato di scarsissima qualità. Inoltre state attenti perché dopo il tramonto le spiagge dove ci sono i ristoranti sono coperte di spazzatura, il che non è proprio molto romantico. Considerate magari una scelta un po’ fuori dai percorsi battuti come il “Made Bagus“, il che dovrebbe limitare anche un po’ l’aggressività tipica di alcuni suonatori nel chiedere le mance nei luoghi troppo touristy.

Anche se amate il cibo speziato o piccante e giustamente volete provare i gusti forti locali, tenete sempre presente che gli indonesiani hanno una soglia di tolleranza alle spezie molto più alta di noi occidentali. Attenzione quindi perché magari cibo troppo speziato può sembrare anche buono e profumato all’inizio… ma tutto ciò potrebbe svanire dopo pochi minuti se vi costringerà a correre in bagno!
Si sa che in vacanza si fanno molte eccezioni alla propria dieta e che i fritti (lì chiamati “gorengan“) sono sempre buoni e attraenti. Ma se acquistate del gorengan per strada cercate di dare prima una severa un’occhiata all’olio utilizzato. Alcuni venditori non lo cambiano sufficientemente spesso anche quando diventa pericolosamente denso e torbido.

Attenzione anche al prezzo se è troppo allettante. I warungs possono essere molto economici, ma se iniziano a servirvi grosse quantità di carne o pesce ad un dollaro fatevi qualche domanda.

Gli economicissimi “instant noodles” a volte vengono preparati in dei contenitori di “Styrofoam”, materiale nato come isolante e che si sospetta possa essere fortemente cancerogeno (oltre ad essere indubbiamente dannoso per l’ambiente).

È ovvio che questa è una lista soltanto esemplificativa e non esaustiva di cosa non mangiare a Bali. Sì, lo so in vacanza bisogna sentirsi più liberi e si vuole provare un po’ tutto ed è anche giusto che sia così. Ma Tenete presente che la regola generale è che se avete anche il minimo dubbio meglio evitare di correre rischi.

“May the force – of travelling – be with you” e mi raccomando: scrivetemi su info@tototravel.it !