Puglia tour: una terra perfetta …da girare in bicicletta!
13 Febbraio 2019
Redang Malesia quando andare… e quando non!
17 Febbraio 2019
Show all

Come fare la valigia in maniera intelligente!

Come fare la valigia in maniera intelligente! – Su ragazze, dobbiamo preparare le valigie. Forza mariti, ricordate alle vostre mogli che devono preparare i bagagli, sicuramente sapranno farli meglio, anche se prenderanno molto del vostro spazio! Facciamo finta che quello che dobbiamo metterci lo abbiamo già stabilito (faremo presto un articolo dedicato). Resta la parte più divertente: scoprire che non c’entra tutto e dover saltare sulla valigia per chiuderla! Una volta chiusa, poi, rendersi conto che il peso è superiore a quello della franchigia bagaglio e ricominciare tutto da capo.  Troverete molti tutorial sull’argomento, alcuni decisamente discutibili. Ma se volete scoprire come fare la valigia in maniera intelligente, ecco una serie di regole generali!

Come fare la valigia in maniera intelligente

Consigli generali su come fare la valigia in maniera intelligente!

Qualunque sia il mezzo di trasporto che avete scelto, è sempre comodo avere bagagli leggeri e poco ingombranti.

I suggerimenti sono tanti, e dipendono dalle esigenze personali e dal tipo di viaggio.

Innanzitutto sappiate che il miglior modo per trasportare i vestiti per far sì che occupino poco spazio e non si stropiccino è quello di arrotolarli. Meglio ancora lasciare fuori un lembo del capo e utilizzarlo per “incapsulare” il cilindro che viene fuori. Il concetto è semplice ma non a parole, per questo vi invito a cercare dei video su youtube.com. Il mio preferito è “Folding clothing techniques that you should share to keep”, ma potreste provare anche a cercare “How to pack clothes for travelling” o altri video su come arrotolare i vestiti.  Valutate quelli più adatti alle vostre esigenze.

Come fare la valigia in maniera intelligente

Sette consigli su come risparmiare un spazio nel fare la valigia in maniera intelligente!

  1. Utilizzate contenitori piccoli per dosare i prodotti di cui avete bisogno. Per esempio le scatoline delle lenti a contatto sono ideali per creme o fondotinta e così via.
  2. Inserite della pellicola tra la filettatura e il tappo dei contenitori in modo che restino meglio sigillati.
  3. Allo stesso modo valutate le quantità di oggetti che vi servono davvero e riponeteli in opportuni contenitori. Probabilmente, ad esempio, non vi servirà un intero pacco di cotton fiock , ne basteranno alcuni raccolti in una piccola bustina.
  4. Inserite degli oggetti, magari anche perché delicati, all’interno delle calzature, così da non perdere quello spazio.
  5. Utilizzate le cuffiette da doccia come contenitori usa e getta leggerissimi e pratici per calzature o simili.
  6. Riponete catenine e simili tra due fogli di pellicola in modo da non farle attorcigliare. Gli orecchini potete agganciarli ai buchetti di vecchi bottoni.
  7. Prediligete riviste e libri elettronici che potete scaricare su tablet, e-book eccetera, occupando meno spazio.

Non dimenticate mai di valutare anche lo spazio libero che vi servirà eventualmente al ritorno per riporre souvenir e acquisti.

Fare la valigia in maniera intelligente quando si prende un volo

Se l’itinerario comprende voli aerei, ci sono un po’ più di complicazioni nel fare i bagagli. Questi vanno suddivisi in bagaglio da portare a bordo (carry-on baggage), bagaglio da imbarcare (checked baggage) e bagagli speciali (special baggage). Per questi ultimi (strumenti musicali, attrezzature sportive, armi, urne e così via) meglio contattare direttamente la compagnia e verificare le regole.

Ogni compagnia ha pesi e dimensioni specifiche per la franchigia bagaglio. Verificateli per bene prima della partenza. Vi consiglio di acquistare online, per pochi euro, un’apposita bilancia che vi servirà non solo in questa fase, ma ogni qualvolta dovrete riprendere un aereo, anche al ritorno.

Per quanto riguarda il bagaglio a mano va inoltre specificato che ancora nella maggior parte degli aeroporti non è consentito introdurre liquidi in contenitori maggiori di 100 ml ognuno, per un totale di un litro, il tutto contenuto in una busta trasparente (a volte fornita anche ai terminal). Per fortuna negli ultimi tempi (se non in aeroporti particolarmente sensibili come quello di Londra) su quest’aspetto non si è molto pignoli al controllo bagagli, ma i contenitori di liquido superiori ai 100 ml vengono di solito fatti gettare. Attenzione, quindi, in particolare a trucchi e profumi che possono essere anche molto costosi.

Inserite la busta con liquidi e i documenti di viaggio in una tasca frontale in modo che non dovrete fare troppe manovre al momento di un eventuale controllo.

Trucchi e idee per fare la valigia in maniera intelligente quando si prende un volo Low Cost (e non solo)

Per i voli con le compagnie low-cost (e non solo), ci possono essere forti restrizioni su peso e dimensioni del bagaglio a mano. Ecco un paio di trucchi davvero speciali che vi permetteranno di risolvere il problema.

Esistono valigie con rotelle asportabili che possono essere messe in tasca al momento in cui il bagaglio viene pesato o misurato, facendovi risparmiare preziosi centimetri e un po’ di grammi. È possibile anche acquistare (per esempio su aliexpress.com) questo genere di rotelle a parte, per applicarle a qualsiasi valigia.

Molti sono costretti a riempirsi le tasche di caricatori e altri oggetti pesanti per sottrarli alla propria valigia. Il vero trucco però è quello di utilizzare una cosiddetta airport-jacket. Ne esistono di diversi modelli (con nomi differenti come jacktogo ecc) e si tratta sostanzialmente di giacche appositamente realizzate per poter trasportare lo stesso contenuto di un intero bagaglio. Nessuno, almeno finora, potrà contestarvi quello che portate in tasca. Questi intelligenti dispositivi, inoltre, possono essere ripiegati comodamente su se stessi e diventare una borsa con tanto di maniglie per facilitarne il trasporto quando non ci sono più i limiti di peso e spazio, anche durante i controlli al metal detector.

I vari modelli hanno stile, capacità e prezzi differenti e sono in grado di adattarsi a tutte le esigenze. Potete infatti scegliere se mantenere comunque un aspetto decoroso o fregarvene di sembrare humpty dumpty e trasportare 30 chili in più.

Fare la valigia in maniera intelligente: 3 idee per evitare il disagio dello smarrimento del bagaglio

Per il bagaglio da imbarcare, a peso e dimensioni massime concesse, come se non bastassero, si aggiunge un altro problema. Chi viaggia spesso lo sa già: bisogna sempre considerare la pur remota possibilità che i bagagli in stiva vengano smarriti. Ciò accade più di frequente in caso scalo troppo breve, eventuali ritardi o compagnie low-cost che eseguono voli multitratta.

È un evento abbastanza triste perché in quei giorni (di solito non più di due) che vi separano dal riavere il bagaglio, al timore di non rivedere più alcune delle vostre cose, si aggiunge il disagio del non avere a disposizione vestiti e altri beni più o meno primari.

  1. Preparate una targhetta con indicati non solo i vostri dati personali, ma anche dove soggiornerete e soprattutto i voli presi. Magari rivestitela con lo scotch trasparente (sarà usa e getta) e attaccatela alla valigia con un semplice anellino da portachiavi. Si, lo fanno già al check-in, con dei codici a barre. Ma se il bagaglio si è smarrito forse c’è stato un problema proprio con le loro etichette. Preparatele anche per il ritorno e portatele con voi.
  2. Acquistate o realizzate dei copri-valigie. Potete prenderli anche all’estero (ad esempio su aliexpress.com) dove ne troverete di tutti i tipi e prezzi. Risparmierete il costoso rivestimento in plastica che forniscono agli aeroporti. Quest’ultimo  dura solo un volo e vi fornisce un’assicurazione forse superflua visto che avete già quella obbligatoria della compagnia. Inoltre è uguale per tutti. I copri-valigie personali renderanno i vostri bagagli unici e quindi più facili da individuare non solo per voi al nastro, ma anche e soprattutto durante i trasporti o nel caso di smarrimento. Sarebbe infatti meglio prenderne di appariscenti, sgargianti, particolari. Calma ragazze, lo so che vi piace essere alla moda e avere i colori che fanno pendant… ma più la valigia è appariscente, minore sarà il rischio che venga persa o ritrovata in ritardo. Inoltre nascondere il marchio “superfashion” scoraggia eventuali malintenzionati dal prendere di mira la vostra nuova e trendy valigia superfiga. Tenetelo presente.
  3. Un altro importante consiglio: preparate le valigia in maniera “settoriale incrociata”, risulterà più scomodo ma vi salverà la giornata in caso di perdita o ritardata consegna del bagaglio. Capiamo cosa vuol dire: per semplicità immaginate di viaggiare in coppia, con due valigie da imbarcare. Ipotizziamo che dovrete visitare alcuni luoghi in cui fare del trekking, ed altri in cui andare al mare. Bene, quello che dovreste fare è mettere tutte le cose da trekking in una valigia e tutte quelle da mare in un’altra. Inoltre nello spazio rimanente di ogni valigia, un po’ di vestiti ciascuno. Capisco che può sembrare un casino, ma nel caso si dovesse perdere una valigia (perderle entrambe è  un’ipotesi remota) non vi ritrovereste nella condizione in cui uno dei due ha tutto e l’altro non ha nulla. Inoltre se venisse smarrita la valigia con la roba da trekking, per esempio, potrete iniziare con il mare, o comunque avrete bisogno di recarvi solo in un negozio che vende roba da trekking per risolvere il problema. Se aveste fatto le valigie in maniera tradizionale, ognuno per conto suo, e se fosse persa una, lo sfortunato si sarebbe dovuto ricomprare tutto recandosi probabilmente in diversi negozi, e perdendo del tempo di vacanza che, come abbiamo più volte ribadito, riteniamo sacro.

In ogni caso, tutto ciò che è indispensabile va portato nel bagaglio a mano che non si dovrebbe proprio perdere (salvo che non siate particolarmente rimbambiti dal jet-lag).

Ricordatevi, inoltre, che se imbarcate dei liquidi è opportuno riporli in una o più buste di plastica, poiché tra urti e cambi di pressione, potrebbero fuoriuscire e rovinare ciò che vi sta attorno.

Fare la valigia in maniera intelligente in caso di bagagli speciali

Le ipotesi sono infinite, ma cercate di usare il pensiero laterale. Prendiamo l’esempio di una bella sacca da scherma, piena di tute e maschere pesanti e spade ingombranti.

I Maestri Francesco Leonardi  e Gianfilippo Di Nucci (del rinomato Club Scherma Formia) ci forniscono alcuni “trucchetti” maturati nei lunghissimi anni di esperienza internazionale nel campo:

Se nel regolamento di quella compagnia non è contemplata la sacca di scherma, ma esiste una sovrattassa per tutti i bagagli sportivi, sarà sufficiente farla passare come sacca da golf; in questo modo la sacca passa senza alcun sovrapprezzo.

In altri casi sarà sufficiente farla passare come generico bagaglio fuori misura a patto che sia sotto i 23 kg; questo è valido per quasi tutte le compagnie di linea.

Per le Low Cost per rispettare i canoni richiesti abbiamo uno stratagemma per evitare il sovrapprezzo da bagaglio sportivo (dai 50 ai 60 € a tratta): recarsi presso il servizio imballaggio con pellicola (dai 10 ai 12€)  e dichiarare il nostro bagaglio come semplice valigia generica fuori misura!

Se volete approfondire non dimenticatevi di consultare in nostro manuale di viaggio “Smart Travelling – trucchi segreti e strategie per il viaggiatore moderno”!

Se invece volete consigli specifici contattatemi su info@tototravel.it anche per suggerire l’argomento per i prossimi post!

E… “May the force of travelling be with you!”