zanzibar cosa vedere foto copertina
Zanzibar cosa vedere
1 Gennaio 2020
Come vestirsi a Cracovia a Gennaio (1)
Come vestirsi a Cracovia a Gennaio
13 Gennaio 2020
Show all

Bruxelles luoghi nascosti e insoliti per tutti i gusti

bruxelles luoghi nascosti

Bruxelles luoghi nascosti – State progettando una vacanza breve ma intensa? Cercate una meta non troppo lontana per un fine settimana insolito? Bruxelles è quello che fa per voi,  viaggiatori attenti, alla ricerca di “qualcosa in più” ! Dovete sapere che Bruxelles, l’imperdibile capitale del piccolo Belgio, non  è solo una  città dal fascino antico e moderno al tempo stesso: oltre ad aspetti tradizionali, possiede infatti anche luoghi nascosti,  bizzarri e stravaganti. Dai fumetti, alla Street Art, al cioccolato, alla birra, all’Art Nuveau, ai misteriosi simboli massonici, i luoghi nascosti di Bruxelles  vi riveleranno i diversi volti di questa città. Andiamoli a scoprire.

Bruxelles, luoghi nascosti per   gli appassionati di fumetti

Bruxelles è a pieno titolo la capitale del fumetto. Nelle sue strade la “nona arte”  prende vita su oltre 50 coloratissimi murales da cui occhieggiano personaggi noti e meno noti nati dalla matita di celebri fumettisti, la maggior parte  belgi: Tintin, i Puffi, Lucky Luke, Asterix e Obelix,  ma anche Corto Maltese, e tanti  tanti altri …

Andate a scoprirli e  ammirarli percorrendo il  lungo e articolato itinerario chiamato Comic Strip Walk. Passeggiando potrete ammirare i variopinti fumetti che animano tante vie della città,  riconoscendo magari proprio i vostri eroi di un tempo.  Sono davvero tantissimi: per scoprirli tutti,  potrete trovare qui l’indirizzo di ciascuno dei fumetti – murales e una comoda mappa per individuarli con facilità.

E sempre in tema di fumetti,   non potete mancare il  celebre Centre Belge de la Bande Dessinée (CBBD) , il famoso Museo del Fumetto.

In Rue del Sables, nel cuore di Bruxelles, a pochi passi dalla Grand Place, in uno splendido palazzo in stile Art Nuveau,  vi accoglieranno ben 4200 metri quadrati di esposizione permanente tutta dedicata ai fumetti. E dal momento che Bruxelles ha anche un meteo capriccioso, nel caso siate sorpresi dalla pioggia… niente paura! Potrete rifugiarvi qui e trascorrere qualche ora in una delle più grandi raccolte al mondo di fumetti.

Bruxelles, luoghi nascosti … per   i curiosi della Street Art

Nelle vie di Bruxelles la Street Art diventa parte dell’arredo urbano: graffiti, statuette, adesivi, affreschi sia di grandi dimensioni, sia vere e proprie miniature seminascoste,  fanno bella mostra di sé in molte vie e piazze.  Andare alla loro scoperta è relativamente facile.  Basta seguire le indicazioni che troverete qui     oppure consultando la mappa

Bruxelles, luoghi nascosti …per  gli irriducibili golosi di cioccolato

Tanto camminare vi ha sollecitato un certo languorino e magari la voglia di qualcosa di dolce?

E’ d’obbligo, a Bruxelles,  fermarsi e gustare le deliziose preparazioni che vedono protagonista il famoso cioccolato belga, declinato  qui in tante e tali  preparazioni  da meritarsi ciascuna l’appellativo di “celestiale”.

Pasticcerie, o meglio, cioccolaterie, vi  cattureranno con il loro inconfondibile profumo e  vi  inviteranno a  gustare le tante dolci specialità e le famose  praline di cui, a ragione, i belgi vanno fieri.  E allora, perché non lasciarsi tentare dal “cibo degli dei”?  Potete aggirarvi per le vie del centro alla ricerca delle tante cioccolaterie  e dei marchi più famosi e prestigiosi.

Ma se volete fare  un’esperienza completa e di grande soddisfazione,  l’ideale è un tour del cioccolato, oppure  se il vostro sogno è quello di  essere per un giorno maitre chocolatier, potrete prenotare qui la vostra visita o la partecipazione a un laboratorio del cioccolato dove verrete introdotti all’antica arte della lavorazione del cioccolato.

Bruxelles, luoghi nascosti per …i degustatori di birra

Amate le bionde o le scure? Parliamo di  birre, ovviamente, e a Bruxelles siete nel posto giusto.  Il Belgio è infatti famoso per la qualità e varietà delle sue  birre al punto che la cultura belga della birra è stata riconosciuta patrimonio mondiale dell’umanità.  E naturalmente  Bruxelles ne è la custode: tra le sue antiche vie in luoghi, a volte nascosti  tra grandi palazzi,   birrerie tradizionali piene di fascino vi accoglieranno  offrendovi una incredibile varietà  di birre. Ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutti i palati: dalle più leggere e amabili alle più forti e amare, sia di produzione locale, sia di importazione. Ecco alcune mete imperdibili.

Au Bon Vieux Temps.  La birreria  più antica (risale a quasi 300 anni fa!) si trova davvero in un luogo nascosto tra i vicoli del centro cittadino in  Impasse Saint Nicolas 4, su Rue Marché Aux Herbes.  Al bancone o seduti a uno dei tanti tavolini, nel Au Bon Vieux Temps , potrete guardarvi in giro e gustarvi,  insieme a una interessante scelta di birre, l’interno di questo locale davvero particolare, dal sapore di antica osteria.

Delirium  café.  Ecco davvero un luogo nascosto alla vista dei più! In Impasse de la Fidélité 4, un vicolo  nel centro di Bruxelles,  trovate il  Delirium,   un locale che i veri degustatori di birra non possono mancare.  Detiene un primato unico, certificato dalla Guinness World Record: qui sono servite  oltre 3000 diversi tipi di  birra!

A La Mort Subite si trova in Rue Montagne-aux-Herbes Potagères 7.  Questa birreria,  fondata nel 1910,   deve il suo singolare e inquietante nome a un  gioco con i dadi  a cui si dedicavano i clienti di una vicina banca in attesa del proprio turno allo sportello.  La famiglia Vossel , titolare da più generazioni,  accanto a un’ampia scelta di birre, offre la birra di propria produzione, dal gusto amaro,  che porta il nome del locale.

A La Bécasse  Risale al 1877 questa birreria in  rue de Tabora  11, un luogo nascosto, stretto tra alte case. Qui la birra è servita da camerieri con una livrea particolare,  in originali  boccali di pietra accompagnati da sfiziosi stuzzichini .

E se non vi accontentate di assaggiare   tante birre e volete conoscere la storia di questa antica arte, una visita  al  Musée Schaerbeekois de la Bière Belge in Avenue Louis Bertrand  è quello che fa per voi.

Bruxelles, luoghi  nascosti per … gli amanti dell’arte

Arte qualsiasi? No, Art Nuveau, naturalmente!  Chi ancora non lo conosce, imparerà presto il nome di Victor Horta, il geniale architetto belga che ha impreziosito Bruxelles di palazzi in stile Art Nuveau.

Scalinate sontuose in  artistico ferro battuto,  decorazioni, mosaici, giochi di luce che penetrano da ampie vetrate in stile cattedrale e illuminano magnificamente gli interni, caratterizzano gli splendidi edifici creati dal  genio di Horta per ricche famiglie borghesi e ora diventati, in diversi casi,  grandi alberghi.

L’Hotel Tassel  in Rue Paul Emile Janson 6, fu la prima costruzione di Horta  nel 1893, nata come residenza dello scienziato Emile Tassel  e ora lussuoso albergo.

L’ Hotel Van Eetvelde , costruito tra il 1895 e il 1897 come residenza privata, sorge in Avenue Palmerston 2/4 ed è considerato il capolavoro di Horta. La sua grande cupola in vetro stile cattedrale che illumina il giardino interno, è il segno distintivo di questo palazzo dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

E patrimonio UNESCO è anche l’Hotel Solvay, inizialmente residenza della famiglia dei magnati della chimica, che troverete in Avenue Louise 224.

Tutti alberghi? Non solo. Il Palais des Beaux – Art de Bruxelles , il “Bozart” è un edificio del 1928 dove trova la sua collocazione la Prima casa della cultura europea, dove convergono manifestazioni artistiche che spaziano dalla danza, alle mostre d’arte, al cinema, alla musica.

Se poi arriverete in treno, attraverserete l’imponente hall della Stazione Centrale, anch’essa opera del grande architetto. Progettata nel 1910, ma completata dopo 40 anni a causa delle due Guerre Mondiali,  presenta nove grandiose vetrate che caratterizzano la facciata  e simboleggiano le province del Belgio dell’epoca.

Bruxelles, luoghi nascosti per … chi è affascinato dal mistero e da antiche storie

La Grand Place, il cuore pulsante di Bruxelles, nasconde antiche storie e segni misteriosi.  In questa piazza, patrimonio dell’umanità, nei secoli passati non sono mancate efferate esecuzioni capitali: nel 1523 qui l’Inquisizione condannò al rogo Henri Voes et Jean Van Eschen, i primi martiri protestanti, e sempre qui nel 1568  i conti d’Egmont e di Hornes vennero decapitati per  essersi battuti per l’indipendenza dalla Spagna.

Ma le storie un po’ particolari non finiscono qui: sotto i portici della piazza c’è  un bassorilievo, un po’ nascosto,  realizzato dall’architetto Victor Horta dedicato a Charles Buls, borgomastro massone di Bruxelles tra fine Ottocento e inizio Novecento. Il bassorilievo rappresenta simboli massonici tra cui spicca il compasso d’oro. Simbolo che compare in modo forse più nascosto nel Parc de Bruxelles, attraverso il disegno dei suoi sentieri.

Ancora nella  Grand Place, nei portici dell’Hotel de Ville, tra i tanti c’è un capitello nascosto, ma davvero insolito e inquietante:   raffigura un uomo che sgozza un ragazzo. E’ l’epilogo tragico  di una vicenda vera quanto terribile. Si narra che un giovane nobile avesse stuprato una ragazza e che fosse stato condannato a morte dal momento che lo zio, ricco e influente, non si adoperò per salvarlo dal boia. Il ragazzo riuscì a fuggire sottraendosi all’esecuzione, ma dopo diversi anni, tornato al capezzale dello zio morente per farsi perdonare, fu da questo sgozzato.  

Allora… Siete pronti per partire alla volta di Bruxelles e dei suoi luoghi nascosti?   Ecco qualche dritta da noi di Tototravel su come organizzarvi al meglio: