weekend fuori porta foto copertina
Weekend fuori porta: alla scoperta delle Langhe piemontesi
12 Febbraio 2020
turismo sostenibile
Turismo sostenibile: viaggiare rispettando il pianeta e i luoghi unici
18 Febbraio 2020
Show all

Bangkok cosa vedere

bangkok cosa vedere

Bangkok cosa vedere – Un tempo incarnazione della vecchia metropoli asiatica, in anni recenti Bangkok ha subito un vero e proprio stravolgimento emergendone come una vera e propria “starlette” dei tempi moderni. Certo è che la tradizione è rimasta e nonostante centri commerciali e ristoranti di livello internazionale possiamo dire che la “vera” Bangkok ancora esiste. Per chiedersi cosa vedere a Bangkok basta pensare alla variegata Chinatown, oppure al battello ( il klorng) per raggiungere l’elegante Central World, insomma vivendola vi accorgerete di quanto il fascino della capitale si unisca all’antichità ed alla sua storia intramontabile. A nostro avviso Bangkok è un ottimo biglietto di visita come prima approccio al mondo asiatico, è si lontana anni luce dal nostro concetto di “metropoli” ma negli ultimi anni l’elevato numero di turisti l’ha portata ad una rivisitazione che l’ha resa certamente più “europeizzata”. Bangkok è un eclettico guazzabuglio di grattacieli di vetro sorti accanto a scintillanti templi buddhisti, monaci che condividono i marciapiedi con adolescenti alla moda, mercati all’aperto che confinano con centri commerciali dotati di aria condizionata, dove tutti possono trovare qualcosa di interessante, tappa immancabile del vostro viaggio in Tailandia. Analizziamo in quest’articolo passo passo gli elementi salienti e cosa vedere a Bangkok.

bangkok cosa vedere

Bangkok cosa vedere per assaporarne la cultura.

Bangkok come detto già nella nostra introduzione è senza dubbio una città camaleontica, il primo necessario approccio è certamente quello di perdervi per le strade dei vari mercati della metropoli, ce ne sono diversi; il primo in direzione Nord è il mercato di Nonthaburi, potete arrivarci anche prendendo il Chao Phraya Express, l’altro è quello del fine settimana di Chatuchak. Considerate che, oltre ad essere considerata una delle città più calde al mondo, Bangkok è decisamente “rumorosa”, tuk-tuk che sfrecciano agli angoli delle strade, ed un rumore di clacson costante, accompagnato da un discreto inquinamento, insomma una volta “assimilato” tutto questo, vivervi Bangkok risulterà sicuramente più facile. 

Una volta familiarizzato con i mercati del posto, fermatevi per assaporare un boccone alle bancarelle della coloratissima Chinatown, sarà una bella esperienza. Immancabile dovrà essere la visita al Wat Phra Kaew e Gran Palazzo Reale, noto anche come Tempio del Buddha di Smeraldo, Wat Phra Kaew è il nome colloquiale con cui viene indicato il vasto e fiabesco complesso in cui si trova il Gran Palazzo Reale, in passato residenza dei sovrani thailandesi. Altra attrattiva per farvi godere a pieno della civiltà Thailandese è il Wat Arun. Questo tempio dalla curiosa forma a missile che si erge sulle sponde del Mae Nam Chao Phraya è più conosciuto come Tempio dell’Alba, nome che deriva dalla divinità indiana dell’aurora, Aruna. Fu qui che, dopo la distruzione di Ayuthaya, re Taksin si imbatté in un piccolo santuario, un fatto che interpretò come segno che questo sarebbe dovuto essere il sito della nuova capitale del Siam. Molti visitano il Wat Arun con le escursioni in long tail boat, ma è facilissimo e assai più gratificante prendere il traghetto fluviale 3B da Tha Tien.

Dopo la traversata potrete allontanarvi dal fiume e fare una passeggiata in Th Wang Doem, una tranquilla via lastricata, lungo la quale si affacciano shophouse in legno. Veramente una scelta TOP!. Per concludere il vostro giro visitate il Wat Traimit: meglio conosciuto con il nome di Tempio del Buddha d’Oro, il Wat Traimit custodisce la statua d’oro più grande del mondo, una scintillante raffigurazione del Buddha alta tre metri e pesante ben 5,5 tonnellate, dal passato misterioso. Si ritiene che risalga addirittura al XIII secolo, ma se un’immagine del Buddha può avere una seconda vita, molto probabilmente è questo il caso.

bangkok cosa vedere

Bangkok cosa vedere ma soprattutto cosa FARE.

Nel vostro primo viaggio a Bangkok non potete rinunciare a  prendere il TUK-TUK. Sapete già cos’è, vero? In assoluto il mezzo di trasporto simbolo di Bangkok non meglio identificabile come un quattro ruote con un conducente e due o più posti a sedere nella parte posteriore. Ed ecco a voi poche e semplici regole da tenere a mente se utilizzerete questo divertentissimo mezzo di trasporto:

  • contrattate il prezzo prima di salire. I “tuktukkari” sanno perfettamente di essere una novità e un’attrazione turistica e giocano tantissimo su questa credenza. Ci è capitato che ci venisse chiesta una somma più alta rispetto a quella che avrei dovuto pagare in taxi.
  • non pagate mai prima ma solo al termine del giro che vi siete ripromessi di fare. Potrebbe accadere, come è accaduto a noi, di uscire da un tempio e non trovare più il “tuktukkaro” con cui avevo programmato una serie di soste. Niente paura, comunque: troverete immediatamente altri 100 Tuk Tuk per strada.
  • tenetevi forte: corrono e corrono molto veloce!
  • siate pazienti, se ci riuscite! Nella maggior parte dei casi, soprattutto se avete pensato di farvi accompagnare dallo stesso guidatore in diversi posti, vi condurranno in alcuni luoghi che decideranno loro tipo agenzie viaggio o negozi di amici/parenti. A noi sono successe entrambe le cose e vi assicuro che, dopo aver capito che “è tutta roba di marketing tra amici anche a Bangkok”, inizia a dare anche un po’ fastidio. Perdetevi poi nel parco più verde di Bangkok; un grandissimo polmone verde ubicato in una delle zone più caotiche di Bangkok, Sukhumvit. Passeggiate e assaporate quel piccolo angolo di paradiso lontano dalla chiassosa metropoli.

Un’altra delle cose più fondamentali e che capirete subito è avere rispetto della cultura Thai. Vi renderete ben presto conto che a Bangkok, ma più in generale in Thailandia, il senso di sacralità è davvero molto accentuato e noi turisti non possiamo far altro che rispettarlo. Davanti ai templi, per strada, dinanzi a palchetti in onore del Re. Dappertutto, potrai trovare gente raccolta in preghiera nei confronti della loro cultura religiosa rientra, di diritto, tra i consigli su Bangkok che tutti dovrebbero conoscere. I nostri consigli sono quelli di  lasciare sempre le scarpe al di fuori del tempio che vuoi visitare.

In alcuni casi, soprattutto nei templi più grandi e conosciuti, troverai delle bustine usa e getta da indossare. In altri casi, no quindi vi consigliamo di portare sempre con voi un paio di calzini da usare all’occorrenza a meno che voi non abbiate problemi ad entrare scalzi nei templi. Copri le ginocchia e le spalle ogni qual volta dovrai entrare in un luogo di culto. Preferite gonne/pantaloni lunghi o portate con voi una sciarpa/pareo da usare all’evenienza. Le statue del Buddha sono, ovviamente, considerate sacre quindi è una grande mancanza di rispetto quella di mettersi in posa davanti alle statue per farsi fotografare. Qualora dovessi visitare il Wat Pho (il Buddha sdraiato) vedresti che tutti infrangono questa regola di buon senso ma sappi che i thailandesi non la vedono di buon occhio.

Ultima ma non ultima cosa da FARE assolutamente (da buoni mangioni quali siamo) è quella di assaggiare il famosissimo (e buonissimo) PAD THAI. In ogni luogo mangereccio lo reperirete con molta facilità , essendo un vero e proprio piatto simbolo del paese. Da cosa è composto? Tagliatelle di riso (ottime quelle grandi), uova, salsa di soia, coriandolo fresco, germogli, zucchero, pollo/gamberetti e peperoncino (io non lo amo e ho sempre chiesto di non farli piccanti). Spesso viene aggiunto qualche altro ingrediente come verdure saltate, lime, olio, chiodi di garofano, tofu e cipolla. Solo un’ultima grande accortezza che a nostro avviso dovrete adottare; adottate un atteggiamneto sempre molto positivo, in Tailandia ma come in generale in Asia, litigare o fare scenate in pubblico risulta essere come una perdita di dignità, oltre che una mancanza di rispetto che non appartiene affatto a questa popolazione. Non a caso è definito il paese del sorriso, e lo troverete veramente quel sorriso, nei bambini, negli anziani, insomma non perdetevi la splendida Bangkok!

Infine un consiglio IMPORTANTE che vale in generale per qualsiasi situazione per evitare borseggi: utilizzare uno zaino antifurto! Queste borse Anti Taccheggio hanno la zip principale IMPOSSIBILE DA APRIRE PER I LADRI, in quanto durante il trasporto rimane completamente coperta. Una volta che avrai lo zaino in spalla, nessuno potrà rubarti niente. Inoltre possiede delle tasche nascoste per tenere carte di credito, Smartphone, documenti, biglietti aerei e tanto altro a portata di mano in totale sicurezza e comodità.

Se vuoi, lo trovi in OFFERTA SPECIALE  CLICCANDO QUI

ZAINO ANTIFURTO

Buon viaggio. KIA ORA!

Qui su Tototravel potrebbero interessarvi anche:

 

Ciao siamo Flavio e Roberta, grazie per averci letto su Tototravel.it e ricordatevi di seguirci su Instagram e per qualsiasi richiesta contattateci!